ARCHITETTURA FUTURISTA

Umberto Boccioni 1882-1916
   

Sant'Elia


Marinetti


Boccioni


Prampolini


Balla


Depero


Chiattone


Marchi


Aloisio


Baldessari


Djulgheroff


De Giorgio


Dottori


Costa


Crali


Fillia


Fiorini


Mazzoni


Mosso


Paladini


Pannaggi


Poggi


Sartoris


Thayaht


Busiri-Vici


Libera


Mattè-Trucco


Portaluppi


Terragni


...altri

Di origini romagnole, dopo numerosi viaggi e trasferimenti, nel 1907 si stabilisce definitivamente a Milano.
Nel gennaio 1910 conosce Marinetti e un mese dopo firma il 'Manifesto della Pittura Futurista' con Balla, Carrà, Russolo e Severini, a cui ne seguono altri sulla pittura e sulla scultura.
Nel 1915 parte volontario per il fronte, ove troverà la morte in una accidentale caduta da cavallo.
E' uno dei più lucidi teorici dell'estetica futurista, che trova nella teoria del dinamismo plastico uno dei suoi capisaldi: il suo concetto di pittura e scultura, ponendo lo spettatore al centro del quadro, in costante relazione fisica con l'ambiente circostante, di fatto tende ad inglobare anche lo spazio architettonico (la città' come luogo della modernità) tra gli elementi primari della rappresentazione.
Prima o forse contemporaneamente a quello di Sant'Elia, redige una serie di appunti relativi ad un visionario ed interessante
Manifesto dell'Architettura Futurista, rimasto ignoto fino al 1972.
U. Boccioni, IO - NOI - BOCCIONI (1914 c.) ff Originally from the Romagna region, after many journeys and changes of abode he finally settled in Milan in 1907.
In January 1910 he met Marinetti and a month later signed the Manifesto of Futurist Painters along with Balla, Carrà, Russolo and Severini; this was followed by further manifestos on painting and sculpture. In 1915 Boccioni went to the Front as a volunteer, where he met his death falling accidentally from his horse.
Boccioni was one of the most lucid theorists of Futurist aesthetics, identifying in the Theory of Plastic Dynamism one of the movement's benchmarks.
In fact his conception of painting as sculpture, in which the spectator is placed at the centre of the painting in a continuous physical relationship with it, as an enveloping environment, tends to include architectural space (and the city as the place of modernity) as one of the prime elements of representation.
Before Sant'Elia did the same - or perhaps contemporaneously with him - Boccioni compiled a collection of notes concerning his own visionary and very interesting
Manifesto of the Futurist Architecture, which remained unknown until 1972.
BOCCIONI Sviluppo di una bottiglia nello spazio 
Sviluppo di una bottiglia nello spazio (1912) ff
Trasposizione del costante interesse di Boccioni del rapporto tra ambiente fisico ed oggetto in primo piano, in dinamica compenetrazione tra di loro, non privo di analogie col posteriore Monumento alla Terza Internazionale di Tatlin e il Guggenheim Museum a Bilbao di F. Gehry.
This is a transposition of Boccioni's constant interest in the relation between the physical environment and an object placed in the foreground, in dynamic interpenetration between the two, a technique which shows analogies with the later Monument to the Third International, by Tatlin and the Guggenheim Museum in Bilbao by F. Gehry.
Development of a Bottle in Space (1912)

BOCCIONI Piazza a Morciano
Piazza Boccioni a Morciano di Romagna

Ricostruzione in scala di una famosa opera di Boccioni nel paese nativo dei suoi genitori (Boccioni nacque a Reggio Calabria durante un soggiorno provvisorio). La scultura-fontana in bronzo é stata realizzata nel 1999 dallo scultore Umberto Corsucci.

A reconstruction of a famous work of Boccioni in the small city of Romagna were his parents was born. The fountain-sculpture was made in 1999 by the sculptor Umberto Corsucci.

Boccioni Place in Morciano (Rimini - Italy)



pagine web selezionate selected web pages