ARCHITETTURA FUTURISTA

Antonio Sant'Elia 1888-1916
 

Sant'Elia


Marinetti


Boccioni


Prampolini


Balla


Depero


Chiattone


Marchi


Aloisio


Baldessari


Djulgheroff


De Giorgio


Dottori


Costa


Crali


Fillia


Fiorini


Mazzoni


Mosso


Paladini


Pannaggi


Poggi


Sartoris


Thayaht


Busiri-Vici


Libera


Mattè-Trucco


Portaluppi


Terragni


...altri

Considerato l'esponente più rappresentativo dell'architettura futurista, le proiezioni megalopolitane di Sant'Elia rimangono fino a tutti gli anni '30 un punto di riferimento ideale costante nella scena dell'architettura moderna e d'avanguardia italiana.
Nato a Como, dopo essersi diplomato capomastro si trasferisce per lavoro a Milano, ove apre un proprio studio professionale.
E' tra i fondatori del Gruppo Nuove Tendenze, che espone nel mese di giugno 1914 alla Famiglia Artistica.
Immediatamente successiva è la sua adesione al futurismo: "Lacerba" del 1 agosto 1914 pubblica il suo manifesto
L'architettura futurista .
Socialista, nel luglio 1915 si arruola assieme agli altri futuristi: un anno dopo viene ucciso durante un assalto.
Influenzato stilisticamente dalla rigorosa scuola viennese di Otto Wagner e dal 'vedutismo' di Hoppe, nelle sue rappresentazioni è chiara la consapevolezza che la misura della Città Nuova non è l'edificio, ma la struttura urbana intesa come insieme di organiche ed interconnesse relazioni, nel riconoscimento che l'unico punto di partenza è la "vita tumultuosa" delle grandi città.

L. Dudreville, SANT'ELIA (1910 c.) ff Considered the archtypal exponent of Futurist architecture right up to the end of the nineteen-thirties even though he was by no means the only one, the megalopolitan visions of Sant'Elia are still a constant ideal point of reference within modern and avant-garde Italian architecture.
Born in Como, after qualifying as a master-builder he went to look for work in Milan, where he opened his own office.
He was one of the founders of the "Nuove Tendenze" group which in June 1914 exhibited at the "Famiglia Artistica" gallery.
Immediately he became an adherent of Futurism and "Lacerba" magazine for 1 August 1914 published his manifesto:
L'Architettura Futurista .
Himself a socialist, in July 1915 he enlisted in the army along with the other Futurists and the following year he was killed taking part in an assault.
Stylistically influenced by the rigorous Viennese school of Otto Wagner and by the "vignettism" of Hoppe, in his representations of architecture there is an evident awaeness that the measure of the New City will be not the single building but the urban structure understood as the whole of its organic and interconnected relationships, recognising that the only starting point must be the "tumultuous life" of big cities.

ANTONIO SANT'ELIA La Città Nuova 
Stazione d'aeroplani e treni ferroviari con funicolari e ascensori su tre piani stradali (1914) ff
Apparsa per la prima volta nel suo Manifesto, questa esaltante visione assolutamente metropolitana integra epicamente le dinamiche funzioni della città moderna.
First published in his Manifesto, this thrilling and absolutely metropolitan vision integrates the dynamic functions of the modern city as though recounting an epic.
Station for aeroplanes and trains with funicular railways and elevators connecting three street levels (1914)


pagine web selezionate selected web pages